Archivio »

Testi tagged con: curry

Poesia »

[12 Gen 2010 | Non ci sono commenti | 368 visite]

Come un’onda repentina
s’espande il respir mio:
l’orizzonte si allarga ai miei occhi
lampioni boa nella notte oscura;
i miei capelli coprono il tuo viso
arrossato dalla brezza che taglia,
guardiano della mia debole esistenza
a bordo del grande apparato
complesso e disperato.
Un fruscìo giù, nelle acque nere
e profonde, ghiacciate
come coltelli di morte
e ti stringo, mio maestro di vita,
forte come mordo una fragola d’estate…
premo l’orecchio contro il cuore tuo,
e sento…batte all’unisono con il mio,
piccoli cuori gettati in pasto alla marea.