Un Deca sul Bancone

In queste poesie di Corrado Guzzon ci sono le sensazioni, le notti metropolitane di chi guarda il posacenere e gioca con la brace della sigaretta; il sentimento, l’ironia e a volte la rabbia o lo smarrimento del vivere quotidiano. Le immagini che ne derivano, ora vitali ora sintomatiche di un infinito gioco di rimandi e suggestioni irriducibili, manifestano il problema degli anni come se fossero solo istanti di carne fatti a fette e dati in pasto a un cuore irrequieto.

Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati